HOME

Storie di Vita indipendente by UILDM

Storie di Vita indipendente by UILDM

Il 17 giugno il Gruppo Giovani UILDM ha proposto il webinar “Si fa presto a dire Vita Indipendente”, ospite il presidente nazionale Marco Rasconi. In questo approfondimento, a cura diretta del Gruppo, trovate gli argomenti che si sono affrontati durante l'incontro digitale. Se cercate maggiori info potete scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare la Direzione nazionale UILDM.

Stefano Minozzi, presidente della Sezione UILDM di Bolzano, ha raccontato il suo percorso di Vita indipendente alla redazione del Tg Rai del Trentino Alto Adige.

Marco Rasconi e Alberto Fontana parlano di Vita indipendente e quotidianità a Obiettivo salute- Radio 24.

Giuseppe Franchina ha 44 anni e una SMA, atrofia muscolare spinale di tipo 2. Nato in Sicilia, 8 anni fa si trasferisce a Ladispoli in provincia di Roma. «La SMA è la mia compagna di viaggio in pratica da tutta la vita, un po’ rumorosa, un po’ fastidiosa, ma non riuscirei a immaginarmi senza».

Marta Migliosi da pochi mesi è diventata consigliere nazionale UILDM. A lei è stata affidata una delega importante, quella al Gruppo Giovani. Uno dei temi a cui tiene in modo particolare è la Vita indipendente, un progetto che ancora non è conosciuto a fondo da tante persone con disabilità. In questa intervista racconta il suo percorso e cosa l’ha portata a impegnarsi per far sì che altri giovani come lei possano crescere e mettersi alla prova..

Vita indipendente è libertà di scegliere come vivere ogni giorno, lavorando sui limiti imposti dalla disabilità. Grazie a questa libertà, Stefano Minozzi si è realizzato nel lavoro e nella gestione della quotidianità.

Indipendenza, libertà e autonomia. È la storia di Riccardo Rutigliano. L’incontro con UILDM è stato determinante nel suo percorso. Grazie a un progetto di Vita indipendente, abita da solo ed è riuscito a coniugare lavoro, interessi e tempo libero, mantenendo la sua autonomia.

A volte, quando una persona si trova a dover affrontare delle difficoltà come legate alla disabilità ci si può trovare spaesati e perdere il coraggio di affrontare la vita. Elisa Ferrando le ha superate grazie a UILDM e alla Casa - famiglia della Sezione di Genova.

Adriana Grotto ha la distrofia dei cingoli. Di origini argentine, dai primi anni ’90 vive in Italia. Un filo sottile lega la sua vita al di là e al di qua dell’oceano: la ricerca dell’autonomia e il desiderio di essere sempre padrona della propria vita.

DONA ORA

UILDM.ORG